Week end positivo in terra aretina per la Libertas Femminile

Si chiude con il bilancio di una vittoria ed un pareggio il week end della Libertas femminile, che con la prima squadra espugna il campo del Casentino, ottenendo una vittoria importantissima in chiave salvezza, e con il team Giovanissime ottiene un prezioso 2 a 2 sul campo dell’Arezzo, che conferma le rossonere al quarto posto del ranking.

Il week end in terra aretina si apre con il 2 a 2 del team Giovanissime contro le pari età dell’Arezzo. Mister Del Carlo manda in campo dal primo minuto Gabrielli, Giorgetti, Ciampi, Binazzi, Bartelloni, Moriconi, Mariotti, Barsotti e Baisi, per poi dare spazio nel corso del match anche a Biondi, D'Alessandro, Roberti e Giambastiani. Le lucchesi partono bene e al terzo passano in vantaggio con Barsotti che bagna con un gol il proprio debutto in maglia rossonera; le padrone di casa pareggiano i conti al diciottesimo grazie ad una sfortunata autorete di Ciampi che devia in rete un tiro dalla distanza. Nella ripresa l’Arezzo passa in vantaggio con Falchi, ma nel terzo ed ultimo tempo ci pensa Baisi a firmare il 2 a 2 direttamente da calcio piazzato.

Nel match pomeridiano valido per la settima giornata del campionato di Serie C, è Vergaro la match winner che consente alle ospiti di ottenere il secondo successo stagionale: la Libertas parte bene e sfiora il vantaggio con un calcio piazzato di Giorgetti respinto da Zampella sulla cui ribattuta Vergaro manca di poco l’appuntamento con il gol; le padrone di casa rispondono con una conclusione di Borri che termina alta e con un tiro di Ronchetti parato da Marinai. Al ventiduesimo il gol che decide il match: corner di Giorgetti e stacco vincente di Vergaro, che di testa
batte Zampella e firma il gol partita. Nella ripresa il Casentino prova a chiudere le rossonere nella propria area di rigore, ma le conclusioni di Marraccini e compagne non producono gol e al triplice fischio esultano le ospiti, che vincono la prima gara esterna e si portano a sette punti in classifica, distanziando di sei lunghezze le rivali odierne, ancora ferme a quota uno.

“Abbiamo vissuto un altro week end positivo – ha dichiarato la coach Elena BrunoIn mattinata abbiamo offerto un’ottima prova contro l’Arezzo, e avremmo meritato anche la vittoria. Contro il Casentino abbiamo dimostrato cinismo e grande voglia di lottare, due qualità fondamentali per raggiungere la salvezza. Siamo state brave a chiudere ogni varco, lottando su ogni palla, contro un avversario ben messo in campo, che ha dimostrato di avere diverse individualità di rilievo. Abbiamo intrapreso la strada giusta e dobbiamo continuare a percorrerla.”

27-11-2017 | Ufficio Stampa

Share Now

Altre notizie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi