La Lucchese apre le porte

Parte dal presidente Alessandro Vichi un appello a tutti i tifosi che vogliono dare una mano alla Lucchese.
“Siamo disponibili – ha spiegato il numero uno rossonero – ad accogliere tutti i tifosi che vogliono darci una mano. Le cose da fare sono tante e noi abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per cercare di migliorarci. Sono già tanti i nostri collaboratori, che ci aiutano a portare avanti le varie mansioni da quelle più difficili a quelle più semplici, mettendo a disposizione di tutti le proprie conoscenze e capacità lavorative. In tanti ci dedicano già il loro tempo libero, facendo del volontariato per la propria squadra di calcio, ma siamo comunque a disposizione ad accogliere tutti i tifosi che vogliono darci anche loro una mano. Tutti insieme uniti possiamo continuare camminare sulla strada rossonera”.

Il presidente rossonero infine interviene sulla questione del terreno di gioco, che in questi ultimi giorni è stato al centro di numerose polemiche.

“Purtroppo – ha concluso Vichi – nel mese di luglio, anche il nostro manto erboso, come quello di altre squadre, è stato attaccato da un batterio, che ne mangiava, per così dire l’erba, creando delle chiazze. Siamo prontamente  intervenuti per debellare questo batterio alla radice, con la ditta qualificata Sofisport che ha effettuato il lavoro di estirpazione della malattia con trattametni mirati, provvedendo poi alla risemina dell’erba ed alla concimazione. Purtroppo però le calde temperature estive non ci hanno aiutato, nonostante la continua mole di acqua utilizzata per annaffiarlo. In alcune zone colpite, si inizia già a vedere la nuova erba crescere, l’ideale però in questo caso sarebbe non utilizzarlo per una ventina di giorni, ma questo e non è possbile e quindi servirà ancora qualche settimana, per avere un manto erboso adeguato. Comprendo il rammarico e le critiche di molti, ma purtroppo il tempo a disposizione non gioca a nostro favore. Da parte nostra stiamo mettendo in atto tutto ciò che è possibile fare per risolvere questo problema”.

19-09-2022 | Ufficio Stampa

Share Now

Altre notizie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi